Biopiattaforma Sestese, l’utilità della collaborazione con i RAB

Si è tenuto, ieri sera 8 luglio 2019 presso lo Spazio Arte del Comune di Sesto San Giovanni alle ore 18.00, il primo incontro con la cittadinanza per il processo partecipativo sulla riconversione del termovalorizzatore in biopiattaforma.

Al centro del confronto i RAB (Residential Advisory Board), comitati consultivi di cittadini che in stretta collaborazione con le istituzioni del territorio saranno impegnati nel controllo sull’operato della futura Biopiattaforma ecologica.

Le testimonianze di tali comitati già esistenti in località come Bassano del Grappa e di un piccolo centro in Emilia Romagna, sono stati determinati per rassicurare coloro che, nel corso dell’incontro, in più occasioni hanno sollevato dubbi e perplessità sull’efficacia di tali organismi di controllo.

CAP e CORE S.p.a. hanno intrapreso un percorso di riconversione del termovalorizzatore di Sesto San Giovanni in una biopiattaforma dedicata all’economia circolare. L’impianto, prevede un’investimento di 47 milioni di euro circa per la produzione di biometano dalla scissione umida dei rifiuti e per la valorizzazione dei fanghi da depurazione. Cinque i comuni coinvolti nel progetto: Sesto San Giovanni, Cologno, Pioltello, Segrate e Cormano.

Un progetto ambizioso che consentirà alla nostra città di attestarsi fra le prime in Europa in materia di economia circolare.

F.R.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...